Worldwide News

Tutte le invenzioni derivate dal progetto Apollo che anche oggi utilizziamo nelle moderne applicazioni

Grazie all’ingegno per risolvere i problemi degli astronauti e per conquistare la Luna, si sono inventate tantissime cose nuove che ancora oggi fanno parte della nostra vita quotidiana e che ne migliorano la qualità . Eccone alcune:

Indumenti raffreddati che offrono comfort.
Tute fantastiche come quelle degli astronauti, che hanno tenuto comodi gli ospiti dell’Apollo durante i viaggi spaziali e le passeggiate sulla Luna, sono oggi indossate da automobilisti da corsa, tecnici di reattori nucleari, operai di cantieri navali, persone con sclerosi multipla e bambini con un disturbo congenito noto come displasia ectodermica ipoidrotica, che limita la capacità del corpo di raffreddarsi.

Il riciclaggio di liquidi utilizzato nelle missioni spaziali semplifica la dialisi renale.
Speciali macchine per dialisi renale sono state create a seguito di un processo chimico sviluppato dalla NASA che rimuove i rifiuti tossici dal liquido di dialisi utilizzato. Il processo consente di risparmiare elettricità ed elimina la necessità di un approvvigionamento idrico continuo, garantendo al paziente una maggiore libertà.

Le attrezzature per il condizionamento cardiovascolare degli astronauti hanno applicazione nello sport e nella riabilitazione medica.
Un condizionatore cardiovascolare sviluppato per gli astronauti nello spazio ha portato all’invenzione di una macchina per la terapia fisica e lo sviluppo atletico utilizzata da squadre di calcio, cliniche sportive e centri di riabilitazione medica.

La tecnologia Space Suit è stata applicata alle scarpe da ginnastica.
Anche la progettazione e la produzione di scarpe da ginnastica hanno beneficiato delle missioni Apollo. La tecnologia della tuta spaziale è incorporata nel guscio esterno di una scarpa e nella fabbricazione della scarpa viene utilizzato un processo di “soffiaggio” senza stress tratto dal design della tuta spaziale della NASA.

Case ed oggetti di uso comune con isolanti in materiali riflettenti.
Le barriere isolanti in lamina metallizzata posate su un nucleo di propilene o mylar, che proteggevano gli astronauti e i delicati strumenti dei loro veicoli spaziali dalle radiazioni e dal calore, si trovano ora nell’isolamento domestico comune. Le tecniche di metallizzazione sotto vuoto hanno anche portato a una vasta gamma di prodotti commerciali, dagli indumenti esterni coibentati all’imballaggio per alimenti, dai rivestimenti murali alle tonalità delle finestre, dalle zattere di salvataggio alle confezioni di caramelle e dalle coperte di sicurezza riflettenti ai riflettori fotografici.

Apollo Life Support Systems Filter Water.
La tecnologia di purificazione dell’acqua utilizzata sul veicolo spaziale Apollo è ora impiegata in diverse applicazioni spin-off per uccidere batteri, virus e alghe nei sistemi di approvvigionamento idrico. I filtri montati sui rubinetti riducono il piombo nelle forniture idriche.

Gli alimenti liofilizzati preservano i nutrienti, aumentano la durata di conservazione.
Il cibo liofilizzato ha risolto il problema di come nutrire un astronauta nelle missioni Apollo di lunga durata. Gli alimenti liofilizzati preservano il valore e il gusto nutrizionali, riducendo anche il peso e aumentando la durata di conservazione.

I circuiti derivati dall’Apollo conservano la freschezza del cibo e consentono un servizio mensa su larga scala.
Un sistema di ristorazione dell’ospedale impiega un concetto di cucina a freddo utilizzato dalla NASA per servire il cibo. Il sistema consente al personale di preparare gli alimenti con largo anticipo, mantenere il calore, il fascino visivo e il valore nutrizionale riducendo i costi operativi.

Tecniche di misurazione e monitoraggio dei gas pericolosi.
Uno strumento a specchio che riflette la luce e altre radiazioni verso la sorgente, viene ora utilizzato come sensore per rilevare la presenza di gas pericolosi in campi petroliferi, raffinerie, piattaforme offshore, impianti chimici, siti di stoccaggio dei rifiuti e in altri luoghi in cui i gas potrebbero essere rilasciati nell’ambiente.

Il processo di lubrificazione trova una miriade di applicazioni.
Un processo per incollare il lubrificante secco ai metalli spaziali ha portato allo sviluppo di rivestimenti superficiali, o sinergici, che vengono utilizzati in diversi campi ed applicazioni, dagli imballaggi della pizza alla produzione di laser. Ogni rivestimento è progettato per proteggere uno specifico gruppo o gruppi di metalli per risolvere i problemi riscontrati in condizioni operative, come la resistenza alla corrosione e all’usura.

I tessuti della tuta spaziale sono diventati materiali da costruzione green.
Lo stesso tessuto utilizzato nelle tute spaziali dell’Apollo è stato trasformato in un materiale da costruzione economico e rispettoso dell’ambiente. Utilizzati su strutture di tutto il mondo, i trefoli in fibra di vetro rivestiti in teflon creano un tetto permanente simile a una tenda. Meno costoso dei materiali di copertura convenzionali, il resistente tessuto bianco consente alla luce naturale di penetrare, risparmiando una notevole quantità di energia.

L’isolamento protegge le gelide condutture dell’Alaska.
L’isolamento in schiuma poliuretanica con legante metallico sviluppato per proteggere i veicoli spaziali dell’Apollo è ora applicato nelle tubazioni dell’Alaska, dove le sue proprietà di controllo della temperatura sono molto richieste. Per mantenere la sua fluidità, l’olio deve essere mantenuto a temperature relativamente elevate, un ordine elevato nell’Artico. L’isolamento derivato dalla NASA ha risolto questo problema.

Tessuti resistenti al fuoco per salvaguardare vigili del fuoco, soldati e piloti di sport motoristici.
Dopo un incendio sulla piattaforma di lancio dell’Apollo che ha provocato la morte di tre astronauti, la NASA ha lavorato con l’industria privata per sviluppare una linea di tessuti resistenti al fuoco da utilizzare in tute spaziali e veicoli. Questi materiali sono ora utilizzati in numerosi campi ed anche da pompieri, militari e negli sport motoristici.